Il tuo carrello è vuoto.

Consegna gratuita a partire da € 80.

La prova costume? Adesso la fa lui

La prova costume? Adesso la fa lui

Sette uomini su 10 a stecchetto in vista delle vacanze. Quasi uno su due si riduce all'ultimo momento. Ma poi si torna subito a esagerare

Giovedì, 1 agosto 2013 - 09:00

Sono queste le settimane più crudeli dell'anno. Almeno per gli uomini italiani, alle prese con diete rigorosissime, dure sessioni di allenamento in palestra e con ogni tipo di rinuncia pur di perdere quei chili in più (mediamente fra i 3 e i 6) senza i quali è possibile passeggiare tranquilli in spiaggia senza continuare a trattenere il fiato per tirar dentro la pancia. Sette maschi su dieci confessano di essersi più o meno duramente impegnati per superare la prova costume e sono oramai in dirittura d'arrivo. La maggior parte di loro ha iniziato con l'arrivo della primavera, ma sono in tanti (quasi la metà, il 43%) a essersi ridotti all'ultimo in tour de force che farebbero invidia agli allenamenti di Rocky Balboa. Ma per farcela, il segreto è condividere la dieta con la partner.

La fotografia del maschio italiano alle prese con i sacrifici e le rinunce alimentari pre-vacanziere emerge da un'indagine curata dagli esperti di Minceur Discount (www.minceurdiscount.it) il più importante sito europeo dedicato ai prodotti dietetici e dimagranti, da poco operativo anche nel nostro Paese, e che proprio per questo ha voluto sondare comportamenti e abitudini degli italiani nel rapporto col proprio aspetto e benessere fisico. E lo ha fatto intervistando via web, nella settimana centrale di luglio, 820 italiani di età compresa tra i 30 e i 60 anni. E le sorprese non sono mancate.

Ecco i numeri: i maschi italiani preoccupati per la prova costume sono il 69%, quelli che invece non se ne danno pensiero (per disinteresse, o perché magari già in formissima), solo il 28%. Arrivati chi a due, chi a tre settimane dalla partenza per le vacanze il bollettino dei chili di troppo è il seguente: il 9% ne ha appena uno da perdere, il 26% (un uomo su quattro) ha ancora tra i 2 e i 3 chili da eliminare. Per gli altri la situazione si fa disperata: il 30% confessa di dover perdere tra i 5 e i 6 chili, il 19% oltre i 6 chili, il 13% oltre i 10 (senza contare un 3% che preferisce non rispondere). Facendo i conti si può affermare che ad agosto ben il 65% degli uomini italiani in spiaggia non farà una bellissima figura.

Ma chi ci ha provato (o ci sta ancora provando) quando ha iniziato a pensare alla prova costume? Quasi uno su cinque (18%) all'inizio dell'anno, subito dopo le vacanze di Natale, il 37% con l'arrivo della primavera, gli altri a giugno (26%) o appena 3 settimane fa (17%). Cosa fanno principalmente gli uomini italiani per provare a perder peso? Il 72% afferma di fare attività sportiva con una certa regolarità, il 55% dice di aver curato maggiormente l'alimentazione, il 31% si è messo seriamente a dieta, il 26% si è limitato a rinunciare all'alcool, il 21% va in ufficio in bicicletta o a piedi.

Interessante notare come si chiedano sempre più consigli e suggerimenti: in tanti (uno su tre, 29%) si affida al passaparola di facebook e del web, più ancora che chiedere alla moglie o alla fidanzata (24%), altri ricorrono agli amici (17%) o ai colleghi (14%), mentre ormai solo il 13% si affida al fai da te. La "dieta di coppia" sembra essere il modo migliore per riuscire a perdere davvero i chili di troppo. Grazie al "traino" della partner (ed evidentemente alla sua "supervisione") 8 maschi su 10 dicono di essere riusciti a raggiungere il proprio obiettivo, mentre soltanto il 12% abbandona. Non solo: il 54% confessa che dimagrire insieme ha migliorato anche il rapporto di coppia, mentre il 32% ha riscontrato un miglioramento anche sotto le lenzuola.

Ma condividere la dieta non significa condividere lo stesso piatto. I maschietti infatti preferiscono diete più veloci e meno complicate rispetto alle femminucce, o che comunque abbiano tempi certi e obiettivi precisi da raggiungere. Insomma, diete più simili a competizioni sportive o sfide lavorative, piuttosto che lunghi mesi di verdurine e alimenti pesati col bilancino

"Gli uomini vogliono cose rapide da preparare. Non vogliono diete complicate - afferma Letizia Sperduti, dietista di Minceur Discount - dove si devono pesare gli alimenti, o fare troppi sacrifici per vedere risultati dopo magari diverso tempo. I prodotti iperproteici veloci e facili da preparare permettono di rispondere a tutte le loro esigenze".
Ma ad agosto tutto questo impegno e questa abnegazione dureranno? Decisamente no. 8 maschi su 10 (79%) non hanno dubbi: in vacanza stop a sacrifici, rinunce e sport. La parola d'ordine generalizzata potrebbe essere una sola: svacco totale. Alla forma fisica, come agli altri problemi, si tornerà a pensarci a settembre, quando del resto la partner affronterà la remise en forme.